Coronavirus, a Bollate spesa a turni con l’iniziale del cognome

Coronavirus, a Bollate spesa a turni con l’iniziale del cognome

Nei giorni complicati che stiamo vivendo la macchina dei Comuni del nostro territorio non si è mai fermata per cercare di gestire al meglio l’emergenza sanitaria in corso.

A Bollate, ad esempio, è partita lunedì 30 marzo l’iniziativa “Code snelle per la spesa”, che consiste nel regolare l’ingresso ai supermercati del territorio comunale attraverso un sistema di turni, in base all’iniziale del cognome.

Lo schema che l’amministrazione ha elaborato, grazie alla collaborazione di due giovani ingegneri, è il seguente.

Questa turnazione, inizialmente prevista per tutti i negozi alimentari, è stata limitata con ordinanza sindacale di martedì 31 marzo, ai soli supermercati, in quanto si è appurato che lì si registra il maggior afflusso di cittadini con conseguenti lunghe code e, dunque, pericolo di assembramenti.

In merito all’ordinanza del sindaco, Francesco Vassallo, sono sorte diverse domande da parte dei cittadini a cui, in questo articolo, cercheremo di dare risposta.

Ci sono categorie di persone esentate dall’ordinanza?

Sì, Il personale sanitario, il personale delle forze di polizia, della Protezione civile e i volontari coordinati dai Servizi sociali del Comune, con regolare tesserino di riconoscimento, sono esentati dai vincoli di turnazione alfabetica.

Perché la domenica è libera?

La domenica è libera per consentire ai lavoratori che non rientrano nelle categorie esentate dall’ordinanza e continuano a lavorare di recarsi a far la spesa, qualora non riescano durante le fasce orarie indicate. L’amministrazione si è appellata al buon senso di tutti per evitare assembramenti ai supermercati proprio in questa giornata.

Se ordino la spesa online, devo rispettare la turnazione alfabetica per il ritiro?

No, puoi ritirare la spesa quando preferisci.

È vero che ci saranno delle sanzioni per i trasgressori?

Sì, ci saranno delle sanzioni fino a 50 euro per i trasgressori, in quanto sono previsti dei controlli da parte di Polizia locale e Carabinieri fuori dai supermercati.

Lascia un Commento